IL DOTTORATO A GENOVA: UN’ESPERIENZA DI VITA

L’Università

L’Università degli Studi di Genova, unica università in Liguria, è stata fondata nel 1481 ed è uno dei più antichi Atenei europei. Con oltre 30.000 studenti, fa parte dei 16 “Grandi” Atenei statali italiani ed è organizzata in 5 Scuole, 22 Dipartimenti, 14 Centri di Ricerca, 2 Centri di Eccellenza (CEBR e CIELI) e un Centro Strategico (Centro del Mare). Grazie alla qualità dei suoi 28 Corsi di Dottorato, l’Università di Genova si pone al quinto posto tra i 60 Atenei pubblici nella classifica nazionale dei migliori dottorati redatta dal MIUR. Per quanto riguarda il Corso di Dottorato in Medicina Sperimentale, i 22 laureati, che hanno conseguito il titolo di Dottore di Ricerca negli ultimi tre anni (cicli XXX-XXXII), hanno prodotto ad oggi 114 pubblicazioni (in media ~5 articoli per ciascuno) su riviste scientifiche internazionali con revisione tra pari e indice di impatto medio-alto.

 

La Città

Il centro storico

“Nei quartieri dove il sole del buon Dio non dà i suoi raggi…”:

Il cuore di Genova è il suo centro storico, un labirinto di vicoli (carruggi) e piazzette medievali che copre una superfice di oltre 100 ettari. Nel corso dei secoli è sempre stato un vero e proprio “melting pot” culturale dove persone di estrazione sociale, lingue e tradizioni diverse si integrano creando l’atmosfera unica che ha ispirato alcune delle più belle canzoni di Fabrizio De Andrè.

Nel corso di una passeggiata nel centro storico si possono ammirare la Cattedrale di San Lorenzo, gli splendidi palazzi delle antiche potentissime famiglie genovesi (ad es. Palazzi dei Rolli dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO), chiese gotiche con le facciate a strisce bianche e nere che si affacciano su piazzette rimaste inalterate dall’epoca della loro costruzione, torri per l’avvistamento dei nemici, antiche mura e vecchie botteghe. Nella zona intorno a Piazza delle Erbe si trovano numerosi ristoranti e locali di ritrovo frequentati da giovani di tutto il mondo.

Il clima e il mare

Grazie alla posizione sul mare, riparata dai monti ed esposta a mezzogiorno, Genova gode di un clima mediterraneo particolarmente gradevole anche in inverno quando, lungo la fascia litoranea, la temperatura solitamente varia tra i 5 e i 10°C circa. In estate, le brezze di mare mitigano la calura e mantengono la temperatura massima intorno ai 27 °C e solo sporadicamente si superano i 30°C.

A pochi minuti dal centro della città, sia verso levante che verso ponente, si trovano numerose spiagge balneabili, libere e attrezzate, dove è possibile trascorrere una gradevole giornata al mare e fare un bel bagno. Tra le spiagge cittadine più suggestive ricordiamo quelle di Boccadasse, Vernazzola, Sturla, Priaruggia, Quarto e Quinto a levante, mentre a ponente il mare è balneabile a Multedo, Pegli e Voltri. Allontanandosi un po’ dalla città, ma restando nel raggio di circa 100 Km, possiamo trovare oltre 30 spiagge accreditate con “bandiera blu”, simbolo di coste pulite e mare cristallino, uno dei vanti della nostra regione.

Anche in inverno, è piacevole trascorrere qualche ora lungo la passeggiata a mare di Genoa (Corso Italia) oppure in uno dei borghi marinari, incastonati nella costa cittadina; particolarmente suggestivo il borgo di Boccadasse animato la sera da gelaterie, birrerie, bar e ristoranti.

La gastronomia

La specialità tipica più famosa è sicuramente il pesto genovese, un mix di basilico fresco, aglio, pinoli, parmigiano, pecorino, olio extravergine d’oliva ligure e un pizzico di sale grosso, tradizionalmente lavorato a mano in una sequenza precisa usando un mortaio di marmo con un pestello di legno di faggio. Questa è la salsa ideale per gustare le “troffie” ma gli amanti dei primi piatti possono anche provare i “pansoti” con la salsa di noci e i “corzetti”. Tra i secondi piatti, troviamo specialità di carne come la cima, il coniglio alla ligure, il Cappon magro, lo stoccafisso accomodato e una gran varietà di altri piatti di carne e pesce. Il panettone genovese è invece il tipico dolce natalizio.

Per gli amanti dello street food, le panetterie sfornano continuamente teglie della celebre “fügassa” (focaccia) genovese, ottima a tutte le ore, ma che inzuppata nel cappucino a colazione è un’esperienza che non si può non provare.
Un’altra esplosione di gusto è l’altrettanto famosa farinata e la focaccia al formaggio di Recco che tutto il mondo ci invidia.

Genova: città dei teatri

Il Teatro Carlo Felice è il teatro dell’Opera cittadino ed offre ogni anno una stagione operistica e sinfonica di grande livello.

Il Teatro Nazionale di Genova è la nuova realtà cittadina nata dall’unione fra il Teatro Stabile di Genova e il Teatro dell’Archivolto e rappresenta una delle istituzioni culturali più importanti della città, che opera attualmente in quattro sale: il Teatro della Corte , il Teatro Duse, il Teatro Gustavo Modena e la Sala Mercato.

Poi abbiamo il Teatro della Tosse, crocevia per artisti e compagnie da ogni parte del mondo, che offre al pubblico un luogo di incontro ricco di novità e stimoli culturali. E ancora il Politeama Genovese che dal 1821 offre teatro comico, prosa, commedia, musical, danza, teatro civile. Infine, molti piccoli teatri, non solo in centro città ma anche in periferia, propongono spettacoli di qualità che spaziano dal musical al teatro dialettale.

Porto Antico e Acquario

Il Porto Antico è un’area del porto di Genova che è stata restaurata e rinnovata dall’architetto Renzo Piano in occasione dell’Expo 1992 che festeggiava il cinquecentenario della scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo. Oggi è diventato un importante centro turistico e culturale con diverse strutture dedicate a svariate iniziative (Magazzini del Cotone, edificio Millo, Mandraccio, Porta Siberia) ed è contornato da ristoranti, pizzerie, gelaterie, birrerie e il cinema multisala “The Space”.

Al centro del complesso, dominata dall’ascensore panoramico Bigo, si trova la Piazza delle Feste che presenta una tensostruttura multifunzionale dove vengono ospitate manifestazioni culturali, musicali, sportive e commerciali, e che  diventa una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio durante l’inverno.

L’Acquario di Genova, sempre progettato da Renzo Piano, è il più grande in Italia, primo in Europa per numero di specie animali (12.000 esemplari di 600 specie diverse) e con i suoi 27.000 mè terzo in Europa e nono nel mondo. Potete vedere i simpatici lamantini, partecipare alle sessioni di addestramento dei delfini, osservare da vicino gli squali, ammirare le plastiche evoluzioni delle foche o il buffo incedere dei pinguini, rimanere affascinati dal mondo delle meduse e tanto, tanto altro.

Da aprile a settembre, è anche possibile vivere l’affascinante esperienza delle numerose gite turistiche in barca che partono dal vecchio porto per visitare alcuni dei luoghi più belli della costa ligure, come Portofino, San Fruttuoso, Vernazza, Monterosso o Portovenere. Inoltre, è possibile visitare il Santuario dei Cetacei nel Mar Ligure dove balene e delfini possono essere visti nel loro habitat domestico.

I musei

L’offerta museale a Genova e varia e articolata.
Nei Musei di Strada Nuova (Palazzo Bianco, Palazzo Rosso, Palazzo Tursi) e nella Galleria di Palazzo Spinola, per esempio, si possono ammirare opere dei più prestigiosi pittori italiani ed europei dal XVI al XVIII secolo – da Caravaggio e Veronese a Rubens e Van Dyck – nella splendida cornice di sontuosi palazzi nobiliari.

Il Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone espone una preziosa collezione di arte giapponese e cinese mente una importate collezione d’Arte contemporanea italiana e internazionale è ospitata  nel museo d’Arte contemporanea Villa Croce.

Nei sotterranei della Cattedrale di San Lorenzo si trova il Museo del Tesoro della Cattedrale dove, oltre a capolavori di oreficeria e arte sacra, si trovano pezzi suggestivi quali il Sacro Catino che, secondo la leggenda, sarebbe l’autentico Sacro Graal.

Il Museo Civico di Storia Naturale “Giacomo Doria” è noto in ambito scientifico mondiale per i suoi quattro milioni di esemplari provenienti da ogni parte del mondo.

Il Galata Museo del Mare, una costruzione di vetro e acciaio di tre piani con terrazza, opera dell’architetto spagnolo Guillermo Vasquez Consuegra, è dedicato alla storia della navigazione e durante  la visita  è possibile salire a  bordo del sommergibile S518 Nazario Sauro per sperimentare le condizioni di vita dei sommergibilisti.